info@romaeventimusicali.com

+39 334 7298114

Via di Torrevecchia 147 00168 Roma

Top

SIAE

Informazioni SIAE

siae

La Siae, Società Italiana degli Autori ed Editori, ha lo scopo di garantire ad autori ed editori i compensi economici provenienti dal loro lavoro.

Si pensa erroneamente che quest’onere spetti all’agenzia o al titolare della sala ricevimenti, invece spetta agli sposi o chi organizza l’evento, in quanto sono loro gli organizzatori dell’evento in questo caso, trattandosi di un evento privato.

Citiamo dal sito della SIAE:

“Si intendono in questo modo i festeggiamenti a carattere privato (matrimoni, battesimi, cresime, compleanni, feste di laurea e analoghi festeggiamenti) in luoghi diversi dalla propria abitazione offerti da privati e riservati ai propri invitati, nel corso dei quali avvengono esecuzioni di brani musicali appartenenti al repertorio SIAE.

 

Procedura per pagare la SIAE

Si può effettuare in due modi

1- Recarsi all’ Ufficio Siae di zona ( dove si svolge l’evento ) li vi sarà spiegato nei dettagli tutta la procedura dal ritiro del Borderau al pagamento e alla riconsegna finale

2- Puoi anche effettuare queste operazioni online registrandoti sul sito della siae. ( Procedura consigliata, semplice e veloce)

 

COME PROCEDERE

  • Sul sito della SIAE siae.it
  • Servizi on line
  • Ci si registra con la propria mail
  • Permessi e feste private
  • Compilate il format successivo ( tipo di evento, giorno, data, location, partecipanti, genere musicale scelto )
  • Non vi compete comunicare o inserire brani o scalette musicali
  • Sarà compito dell’agenzia fornire il nome del direttore d’esecuzione ( il quale avrà il compito di compilare sempre online il BORDERO’ e inoltralo alla SIAE dopo aver effettuato l’esecuzione musicale )
  • Eseguite il pagamento sempre online con carta di credito – Stampate la ricevuta e conservatela

 

Casi in cui non si paga la SIAE per il matrimonio

  • Se effettuai il ricevimento a casa tua
  • Se usi musica di autori non iscritti alla SIAE (dovresti contattare l’autore e farti rilasciare da lui il permesso pagando direttamente a lui i diritti)
  • Se usi musica non protetta da diritto d’autore, cioè per esempio musica di musicisti morti da almeno 70 anni, musica popolare o musica sotto licenza creative common.